Attualità

Raccordo a prova di perdita Wavin Tigris K5

Tigris K5 proposto da Wavin Italia offre massima compatibilità con i più comuni profili di ganascia, passaggio interno più ampio tra i sistemi radiali presenti sul mercato e l'innovativo allarme acustico che segnala all’installatore la mancata pressatura in fase di collaudo.

Tigris K5 proposto da Wavin Italia offre massima compatibilità con i più comuni profili di ganascia, passaggio interno più ampio tra i sistemi radiali presenti sul mercato e l’innovativo allarme acustico che segnala all’installatore la mancata pressatura in fase di collaudo.

Il nuovo raccordo in PPSU (polifenilsulfone) per tubi multistrato Tigris K5 di Wavin, offre tutte le caratteristiche che hanno contraddistinto il successo del suo corrispettivo in ottone Tigris M5, rivolgendosi agli operatori del settore termoidraulico che prediligono raccordi con corpo in materiale plastico. Tigris K5 rappresenta l’evoluzione del raccordo Tigris K1 ed è stato progettato per le opere di ingegneria civile, raccogliendo l degli installatori e applicandoli in ogni fase del processo di sviluppo. Ideale per la realizzazione di impianti per la distribuzione dell’acqua sanitaria o per il riscaldamento, Tigris K5 si caratterizza per un corpo in PPSU, un tecnopolimero di ultima generazione che assicura elevate prestazioni in termini di resistenza alle alte temperature, alla corrosione e alle sollecitazioni meccaniche, evita la formazione di depositi calcarei ed è pienamente conforme alle più stringenti normative europee di potabilità. L’elemento distintivo di Tigris K5 è la funzione Acoustic Leak Alert, che permette agli idraulici di individuare i raccordi non correttamente pressati in modo ancora più semplice e veloce. In caso di preferenza per il collaudo con aria, in alternativa al test di pressione dell’acqua, l’installatore può rintracciare la mancata pressatura grazie a un fischio di circa 80 decibel emesso dal raccordo. Tigris K5 previene anche molti dei possibili effetti negativi dei collaudi con acqua, come la formazione e la proliferazione della legionella e i danni da gelo tipici dei mesi invernali.

Tigris K5 è adatto a ogni tipologia di intervento grazie al profilo Multi Jaw e offre connessioni sicure indipendentemente dal tipo di ganascia utilizzata. Il raccordo sviluppato da Wavin è infatti compatibile con la maggior parte dei profili di ganascia disponibili sul mercato, ovvero H, TH, B, U e Up, assicurando all’idraulico un passaggio ancora più semplice al nuovo sistema. Tra i fiori all’occhiello di Tigris K5 c’è anche l’innovativo design Opti Flow, che gli consente di proporsi sul mercato come il raccordo a pressatura radiale con il passaggio interno più ampio (+50% rispetto alla precedente versione di Tigris). Il risultato è rappresentato da un netto miglioramento delle prestazioni di flusso e da perdite di carico molto ridotte, che rendono il lavoro dell’installatore ancora più semplice e sicuro, anche nei tratti più lunghi dell’impianto. Il nuovo raccordo sviluppato da Wavin mantiene inoltre la funzionalità Leak Free per i test ad acqua, assicura una visibilità a 360° del corretto inserimento del tubo grazie alla tecnologia In 4Sure, rende superflua la calibratura (Easy Fit) e facilita l’installazione, mantenendo la tubazione in posizione, fino a 2 metri in verticale, anche senza pressatura (Pipe Grip). Come per il suo corrispettivo in ottone, anche il raccordo Tigris K5 sarà disponibile in numerose configurazioni, nei diametri da 16 a 40 mm, per garantire la massima versatilità in ogni tipo di installazione.

www.wavin.it

production mode