Attualità

Copernicus: l’estate più calda in Europa

Quella del 2021 è stata l’estate più calda in Europa e a livello globale quello del 2021 è il terzo agosto più caldo mai registrato. Anomalia della temperatura dell’aria in superficie per agosto 2021, rispetto alla media di agosto per il periodo 1991-2020. Data source: ERA5. Credits: Copernicus Climate Change Service/ECMWF.

Copernicus Climate Change Service (C3S), implementato da European Centre for Medium – Range Weather Forecasts per conto dell’Unione europea, pubblica regolarmente bollettini meteo mensili relativi ai cambiamenti osservati nella temperatura dell’aria in superficie, la copertura del ghiaccio marino e variabili idrogeologiche. I risultati sono basati su analisi generate da computer usando miliardi di misurazioni da satelliti, navi, aerei e stazioni meteorologiche nel mondo.

Durante l’estate più calda in Europa la temperatura media tra giugno e agosto 2021 è stata quasi 1°C superiore rispetto alla media del periodo 1991-2020, rendendo quella di quest’anno l’estate più calda nel dataset C3S, seppur con un margine minimo dal momento che le precedenti estati più calde, nel 2010 e nel 2018, sono state solo di circa 0.1°C più fresche.

Temperature dell’aria in superficie nell’estate più calda

A livello mondiale, agosto 2021 è stato, così come agosto 2017, il terzo agosto più caldo mai registrato, superiore di poco più di 0.3°C rispetto alla media registrata nel periodo 1991-2020. In Europa, agosto 2021 ha registrato temperature simili alla media nel periodo 1991- 2020, ma con condizioni differenti nel continente:
– temperature massime da record nei paesi del Mediterraneo, o temperature più alte della media ad est,
-temperature sotto la media al nord.

La mappa e i valori dei dati citati provengono dal dataset ERA5 di ECMWF Copernicus Climate Change Service. Le temperature medie in superficie in Europa riguardano la terraferma con i seguenti limiti di longitudine/latitudine: 25W-40E, 34N-72N. C3S ha seguito la raccomandazione dell’Organizzazione Metereologica Mondiale (WMO) di utilizzare gli ultimi 30 anni per il calcolo delle medie climatologiche e da gennaio 2021 è passato al periodo di riferimento 1991-2020 per i propri bollettini climatici C3S. Dati e grafici relativi sia al nuovo periodo sia a quello precedente (1981-2010), sono forniti per trasparenza.

Maggiori informazioni sulle variabili climatiche di agosto e gli aggiornamenti climatici dei mesi precedenti, nonché i grafici ad alta risoluzione possono essere scaricati qui

Maggiori informazioni sul set di dati C3S e sulle modalità di compilazione possono essere trovate qui

Maggiori informazioni sul cambio del periodo di riferimento possono essere trovate qui

Le risposte alle domande più frequenti sul monitoraggio della temperatura possono essere trovate qui

production mode