Attualità

MCE Live+Digital conferma la tenuta del comparto idrotermosanitario

L’idrotermosanitario ha retto bene alla crisi e già da quest’anno cresce a doppia cifra percentuale; questo il dato emerso a MCE Live+Digital, l’evento di MCE – Mostra Convegno Expocomfort che si conferma il punto d’incontro del mercato.

Oltre 4.500 incontri e 40mila interazioni sono alcuni indicatori della prima edizione di MCE Live+Digital, versione digitale di MCE – Mostra Convegno Expocomfort che chiude con risultati che la confermano al vertice dei settori idrotermosanitario, impiantistica, climatizzazione e fonti di energia rinnovabili. Secondo le analisi di Cresme e Assoclima, presentate durante la manifestazione, nel 2020 il settore ha sofferto, ma per il 2021 ci sono spiragli positivi di crescita. Il prossimo appuntamento con MCE – Mostra Convegno Expocomfort, primo per il settore nuovamente in presenza, è previsto in Fiera Milano dall’8 all’11 marzo 2022.

MCE Live+Digital 2021 ha fotografato le opportunità digitali di incontro e di business per tutti i comparti dell’idrotermosanitario: le oltre 290 aziende e brand e 35mila partecipanti da tutto il mondo sono la conferma che il settore tiene testa alla crisi dettata dall’emergenza sanitaria dell’ultimo anno. Il 38% degli operatori che hanno partecipato proviene dall’estero, da 116 Paesi, con una forte presenza da Turchia, Germania, Spagna e Grecia. I visitatori erano per il 36,4% responsabili acquisti, seguiti da professionisti del settore installazione (30,6%), studi professionali (19,6%) e a chiudere agenti/rappresentanti, professionisti del settore home&building automation, scuole, università e istituti di ricerca. Oltre 140 gli approfondimenti online, con più di 5mila partecipanti alle sessioni, per creare momenti di incontro e confronto tra operatori, istituzioni e aziende: 8 convegni ufficiali, 15 webinar organizzati dalle associazioni partner e 129 gestiti dalle aziende espositrici. Il ricco programma ha offerto l’occasione per approfondire le competenze professionali, analizzare i settori di riferimento e scoprire le novità lanciate sul mercato dalle aziende. Buona anche l’interazione tra i partecipanti che hanno dialogato tra loro in più di 36mila chat e organizzato più di 4mila incontri.

I lavori hanno preso il via con la presentazione del 7° Rapporto congiunturale e previsionale del mercato dell’impiantistica del Cresme, con gli aggiornamenti sui trend di mercato, gli effetti della pandemia e le potenzialità di ritorno alla crescita offerte dal Superbonus 110%. Secondo il Rapporto, il settore degli impianti idrotermosanitari, che rappresenta il 2,1% del PIL nazionale e vede l’occupazione di più di 410mila operatori, nel 2020 ha registrato una perdita di fatturato di quasi il 6%, ma dal 2021 è prevista una crescita costante che lo riporterà ai livelli pre 2008 entro tre anni. Dello stesso avviso anche Assoclima che ha evidenziato per il 2020 un valore del mercato Italia di poco superiore al miliardo e mezzo di Euro, in calo del 7,7% rispetto all’anno precedente, e una diminuzione della produzione nazionale, passata da 762 milioni di Euro nel 2019 a 712,3 nel 2020. In controtendenza i climatizzatori monoblocco e trasferibili, che hanno chiuso il 2020 con incrementi del 22% a valore e del 25% a quantità, e le macchine a pompa di calore con potenze inferiori a 17 kW con incrementi percentuali intorno al 10%, a panel costante, sia a valore che a quantità per le aria-acqua e superiori al 50% per le acqua-acqua.

Sul tema That’s Smart si è dibattuto su un’edilizia sempre più intelligente, carbon neutral e pienamente inserita all’interno di smart cities, dove anche la mobilità pubblica e privata si presenta più efficiente ed ecosostenibile. Il webinar “L’efficienza energetica e le opportunità offerte dal processo di riforma del mercato elettrico per il comparto industriale italiano”, a cura dell’Energy & Strategy Group del Politecnico di Milano, ha offerto una visione d!insieme dell’efficienza energetica nel comparto industriale, presentando soluzioni hardware e software adottabili dai principali settori industriali energivori italiani. L’approfondimento sull’efficientamento energetico di due importanti ambiti industriali quali quello dell’assistenza sanitaria agli anziani e quello alimentare sono stati protagonisti degli appuntamenti Energy Efficiency 4.0: #$Residenze socio sanitarie: in forte evoluzione tecnologica e nei processi” l’8 aprile e “Industria alimentare, efficienza e innovazione con una nuova idea di mercato” il 9 aprile. Il Politecnico di Milano ha guidato anche i webinar dedicati al MEP BIM: “BIM Adoption in Europe” per introdurre strumenti ed esperienze reali che vede le piattaforme BIM-BEP confermarsi come prassi vincente per i processi progettuali della filiera impiantistica, e “BIM Maintenance and Management” che ha illustrato le opportunità di gestione e manutenzione impiantistica.

“L’appuntamento con MCE Live+Digital 2021 si è concluso con la consapevolezza che l’approccio digitale determinato dalla pandemia offre potenzialità fino a poco tempo fa impensabili” – dichiara Massimiliano Pierini, managing director di Reed Exhibitions Italia. “La nostra piattaforma digitale ha messo a disposizione nuovi servizi e nuove formule di utilizzo che hanno suscitato l’interesse e l’approvazione sia tra le aziende sia tra gli operatori.”

livedigital.mcexpocomfort.it

production mode