Attualità

Valvole di bilanciamento statiche e dinamiche per il risparmio energetico

Watts offre ai professionisti del settore una gamma completa di valvole di bilanciamento statiche e dinamiche che possono migliorare notevolmente le prestazioni energetiche degli impianti di climatizzazione al servizio degli edifici.

In assenza di adeguate valvole di bilanciamento si ottiene un sistema di climatizzazione non equilibrato, i circuiti più vicini alla pompa ricevono una portata eccessiva, mentre quelli più lontani risultano più sfavoriti: le differenze di temperature rilevabili nei diversi ambienti oltre a creare situazioni di malessere comportano un aumento dei consumi. In questo contesto l’eventuale presenza di valvole termostatiche o di regolazione può essere anche fonte di rumore. Diventa quindi condizione indispensabile disporre in campo di componenti utili ad eseguire controlli e tarature, ma contrariamente il costo delle valvole di bilanciamento viene compensato brevemente dalla riduzione della spesa energetica di combustibile e di energia elettrica ed è anche incentivato se abbinato agli interventi previsti di Legge (Superbonus e Ecobonus).

In funzione del tipo di impianto il progettista può scegliere la soluzione tecnica preferibile tra:

– valvole di bilanciamento statico, con la regolazione dell’impianto nelle condizioni di massima richiesta dei singoli circuiti (picco);

– valvole di bilanciamento dinamico, che può garantire le prestazioni in condizioni operative diverse da quelle di picco.

Le valvole di bilanciamento in un impianto di climatizzazione garantiscono una corretta distribuzione del fluido vettore assicurando il livello desiderato di comfort in ogni stanza o ambiente ed è raccomandato dalle normative locali ed europee come fattore chiave per il risparmio energetico. Gli impianti bilanciati consentono di ridurre i costi di consumo di combustibile e di energia elettrica, se presenti migliorano la prestazione dei componenti di regolazione quali le valvole termostatiche, annullano i reclami dovuti a rumori fastidiosi dovuti all’eccessiva pressione e velocità del fluido termovettore.

Watts propone un’innovativa soluzione tecnica con la valvola statica di bilanciamento, Serie CF. Questo prodotto della famiglia iDROSET è l’ideale per tutte le applicazioni di riscaldamento, raffrescamento ed acqua sanitaria. La tecnologia brevettata da Watts consente con una semplicissima rotazione del volantino la taratura e lettura immediata su quadrante della portata fluente con un risparmio di tempo del 80% rispetto ad una valvola statica tradizionale. Non sono infatti richiesti costosi strumenti di lettura esterni, né corsi di formazione o abilità specifiche. La valvola Serie CF di Watts, disponibile nella versione filettata da DN ½”- 2” si può installare in qualsiasi posizione nel rispetto del senso di flusso indicato sul corpo. Per ogni modello, presenta il più ampio campo di lavoro presente sul mercato di portata minima e massima regolabile. Le valvole di bilanciamento Serie CF sono realizzate con un design moderno, hanno il corpo principale in ottone e materiale composito e sono fornibili complete di gusci preformati di coibentazione.

In presenza di impianti con distribuzione a collettore, la portata complessiva dei circuiti idronici può variare in base al raggiungimento della temperatura impostata in un determinato ambiente ed alla conseguente apertura/chiusura del ramo del circuito mediante l’attuatore elettrotermico. Le buone prestazioni dell’impianto a portata variabile introducono però gli inconvenienti dovuti alle variazioni dinamiche delle pressioni differenziali. La soluzione tecnica innovativa e brevettata proposta da Watts con la valvola Serie MH di regolazione della pressione differenziale (DPCV) annulla queste variazioni a monte del collettore di distribuzione. Grazie alla facile installazione e regolazione, agendo sull’apposita manopola di regolazione e controllando il livello di portata sugli indicatori di livello (flussimetri) dei singoli circuiti, la valvola di bilanciamento automatica Serie MH consente di facilitare il bilanciamento idraulico, eliminare i picchi di pressione stabilizzando la rete, evitare i rischi di rumorosità dovuta all’elevata velocità del fluido. Con l’uso di questa valvola, quando un circuito si chiude, la portata sugli altri circuiti rimane costante. Allo stesso tempo compensa eventuali variazioni idrauliche a monte (ad esempio variazioni in altri collettori) mantenendo costante la pressione in uscita (a valle).

Dyn è invece la valvola di bilanciamento dinamica progettata da Watts per mantenere costanti  le portate sui singoli terminali degli impianti di condizionamento e riscaldamento, che agisce come  valvola di controllo indipendentemente dalla pressione differenziale del circuito (PICV). La valvola Serie Dyn riunisce in un unico corpo compatto le funzioni di intercettazione, di controllo, regolazione della pressione differenziale, di pretaratura della portata e nei modelli che lo prevedono è anche completa di prese di misura. La valvola (DN 15-32) è equipaggiata con cartuccia di regolazione per ΔP fino a 400kPa ed è dotata di connessione filettata M30x1,5, accoppiabile con attuatori lineari Watts On/Off serie 22C, 22CX, 22CX5, 26LC e modulanti serie EMUJC. Grazie al gruppo di regolazione, la valvola DYN può modulare la portata della pressione lungo tutta la corsa dell’attuatore, indipendentemente dalla preregolazione.

In collaborazione con le aziende associate Avr Anima Confindustria, Watts ha realizzato il manuale “I circuiti idraulici a servizio di impianti efficienti”, dedicato a progettisti, installatori e operatori del settore. I professionisti avranno modo di trovare riferimenti tecnici e pratici per un corretto intervento di adeguamento di impianti esistenti e un approccio alla progettazione di nuovi impianti che consenta di migliorare e/o ottenere ottime prestazioni energetiche.

“E’ sempre più diffusa l’esigenza di asseverare l’efficienza degli impianti – dice Dario Ghisleni, Senior Technical Sales Consultant di Watts e coordinatore del progetto – e dimostrare che le prestazioni previste in fase progettuale e le richieste del cliente sono state raggiunte. La taratura e collaudo degli impianti non può più essere un’operazione sussidiaria al collaudo cosiddetto termico. Diventa, quindi, indispensabile avere le nozioni per progettare e costruire impianti nei quali siano presenti in punti strategici della rete di distribuzione i componenti adatti come valvole termostatiche e di bilanciamento”.

wattswater.it

production mode